Il Soprano Astrea Amaduzzi e il Maestro Mattia Peli
durante la registrazione del CD "Colori sonori di Napoli" - Teatro Marrucino (CH)

MUSICA SACRA / PROFANA

H. von Bingen (1098-1179)
-Inno ‘Ave generosa’ (XII sec.)

F. Landini (1325-1397)
-Ballata ‘Ecco la primavera

G. Frescobaldi (1583-1643) : dal “Primo libro d’Arie musicali” (1630)
-Aria di Passacaglia (“Così mi disprezzate”)
-“Se l’aura spira”

G. Caccini (1550-1618): da "Le nuove musiche" (1601)
-Amarilli, mia bella

B. Gratiani (1605 - 1664)
-"Pastores, dum custodistis"

P. Lorenzani (1640 - 1713)
-"E che porti nei begl'occhi"


C. Monteverdi (1567-1643) : dalla "Selva morale e spirituale" (1640)
-Jubilet tota civitas [SV 286]
-Laudate Dominum in Sanctis ejus [SV 287]
-Ecco di dolci raggi (dagli "Scherzi musicali", 1632)


H. Purcell (1659-1695)
-"Music for a while"
-“An evening hymn - Hallelujah


G. F. Haendel (1685-1759)
dal Salmo Laudate Pueri Dominum [HWV 237] (Salmo 113) (1707)   - n. 2Sit nomen Domini benedictum


-“Let the Bright Seraphim” dall’Oratorio “Samson” [HW57] (1743)
-"Voli per l'aria chi può volare" - "Tra le fiamme tu scherzi per gioco" dalla Cantata "Tra le fiamme [HWV 170] (1707)


A. Vivaldi (1678-1741)
-Mottetto "Nulla in mundo pax sincera" [RV 630] 
-"Domine Deus" (dal "Gloria" RV 589  in re maggiore, 1713 ca.)
-"Quia respexit" (dal "Magnificat" RV 611 in sol minore, 1717 ca.)


A. Caldara (1670-1736): "Quell'usignolo", aria per soprano con flauto obbligato,    dall'oratorio "Sancta Ferma" (Vienna, 1717)


W. A. Mozart (1756-1791)
-Mottetto “Exsultate jubilate” [KV 165] (1777)
-“Et incarnatus est” dalla ‘Messa in do minore’ [KV 427] (1783)

G. Rossini (1792-1868)
-La promessa


 V. Bellini (1801-1835)
-Aria da camera “Vaga luna che inargenti” (1833)   da “Sei ariette da camera” (1829)
-Malinconia, Ninfa gentile
- Ma rendi pur contento

S. Mercadante (1795-1870)
-“Salve Maria”  melodia religiosa per soprano e pianoforte (186?)


G. Verdi (1813-1901)
Romanza “La zingara” (1845)


G. Puccini (1858-1924) :
-Romanza “Sole e amore” (1888)
-Romanza “Terra e mare” (1902)
-Romanza “Sogno d’or” (1912)


J. Alain (1911-1940)
-Ave Maria (Vocalise dorienne) (1937)


F.P. Tosti (1846-1916)
-Tristezza (1908)


A. Ginastera (1916-1983): Cinco canciones populares argentinas (1943)

(1. Chacarera - 2. Triste - 3. Zamba - 4. Arrorró - 5. Gato)


A. L. Webber (1948)
-Pie Jesu dal "Requiem" (1985)


M. Moretti (1971)
-Interwoven Silences (New York) 2011 (prima interprete assoluta)


A. Scarlatti (1660-1725):
-Spesso vibra per suo gioco (da "La caduta de' Decemviri" - 1697)


A. Vivaldi (1678-1741):
-Col piacer della mia fede (da "Arsilda, regina di Ponto" - 1716)
-Quell'usignuolo (da "Arsilda, regina di Ponto" - 1716)

G. F. Haendel (1685-1759):
-Armida dispietata...Lascia ch'io pianga (da "Rinaldo" - 1711)

-Frondi tenere e belle...Ombra mai fu (da "Serse" - 1738)

W. A. Mozart (1756-1791):
(da "Le nozze di Figaro" - 1786)
-Porgi, amor 
-E Susanna non vien?...Dove sono i bei momenti...Ah! se almen la mia costanza
-Giunse alfin il momento...Deh vieni non tardar

-Crudele! Ah no, mio bene!...Non mi dir bell’idol mio... Forse un giorno  (da “Don Giovanni” - 1787)


-Temerari...Come scoglio immoto resta...Rispettate, anime ingrate (da "Così fan tutte" - 1790)


G. Spontini (1774-1851) :
-O nume tutelar (da “La Vestale” - 1811)


G. Rossini (1792-1868):
-Il mio ben sospiro e chiamo...Quanto pena un'alma amante (da "La scala di seta" - 1812)


-Ah! voi condur volete alla disperazione...Ah! donate il caro sposo...Ma già sento la speranza (da "Il signor Bruschino" - 1813)


(da "Tancredi" - 1813)
-Come dolce all'alma mia...Voglia il ciel 
-Di mia vita infelice...No, che il morir non è

-Non si dà follia maggiore (da "Il turco in Italia" - 1814)


-Il vecchiotto cerca moglie (da “Il barbiere di Siviglia” - 1816)

-Assisa appiè d'un salice...Deh calma, o ciel (da "Otello" - 1816)

-D'Amor al dolce impero (da "Armida" - 1817)


(da "La donna del lago" - 1819)
-Oh mattutini albori!
-Tanti affetti...Fra il padre


-Bel raggio lusinghier...Dolce pensiero (da “Semiramide” - 1823)

-Arpa gentil (da “Il Viaggio a Reims” - 1825)


(da "L'assedio di Corinto" - 1826)
-Dal soggiorno degli estinti...Ma se alfin 
-L’ora fatal s’appressa...Giusto ciel


-Sombre forêt (da Guillaume Tell - 1829)

V. Bellini (1801-1835) : 
-Col sorriso d'innocenza (da "Il Pirata" - 1827)


-Eccomi in lieta vesta...Oh quante volte (da “I Capuleti e i Montecchi”, 1830)

-Oh se una volta sola...Ah, non credea mirarti...Ah! non giunge (da “La Sonnambula” - 1831)


-Casta diva (da "Norma" - 1831)

-Qui la voce sua soave (da "I Puritani" - 1835)

G. Donizetti (1797-1848):
-Piangete voi...Al dolce guidami (da "Anna Bolena" - 1830)

-Prendi, per me sei libero...Il mio rigor dimentica (da "L'elisir d'amore" - 1832)


-Regnava nel silenzio...Quando rapito in estasi (da "Lucia di Lammermoor" - 1835)


-Il dolce suono...Ardon gl'incensi (da "Lucia di Lammermoor" - 1835)


-Di quai soavi lagrime (da "Poliuto" - 1838)


-Quel guardo il cavaliere...So anch'io la virtù magica (da "Don Pasquale" - 1843)


S. Mercadante (1795-1870):
-Là posa. Bella ancora...Ma negli estremi istanti (da "Il giuramento" - 1837)


G. Persiani (1799-1869)
-Cari giorni (da "Ines de Castro" - 1835)


G. Verdi (1813-1901) :
-Salve Maria (da “I lombardi alla prima crociata” - 1843)


-Egli non riede ancora...Non so le tetre immagini (da "Il corsaro" - 1848)

-Tu puniscimi, o Signore (da "Luisa Miller" - 1849)


-Timor di me?...D’amor sull’ali rosee (da “Il Trovatore” - 1853)


-Addio, del passato (da "La Traviata" - 1853)


(da "I vespri siciliani" - 1855)
-Arrigo! ah, parli a un core
-Mercè dilette amiche


-Come in quest'ora bruna (da "Simon Boccanegra" - 1857)
-Morrò, ma prima in grazia (da "Un ballo in maschera" - 1859)

(da "La forza del destino" - 1869)
-Son giunta...Madre, pietosa Vergine
-La Vergine degli angeli
-Pace, pace mio


-Qui Radamès verrà... O cieli azzurri (da "Aida" - 1872)

-Ave Maria (da “Otello” - 1887)


-Sul fil d'un soffio etesio (da "Falstaff" - 1893)


P. Mascagni (1863-1945):
Son pochi fiori (da "L'amico Fritz" - 1891)


G. Puccini (1858-1924):
-Se come voi piccina (da "Le Villi" - 1883)


(da "Manon Lescaut" - 1893)
-In quelle trine morbide
-L'ora, o Tirsi


(da "La Bohème" - 1896)
-Sì. Mi chiamano Mimì
-Donde lieta uscì


(da "Tosca" - 1900)
-Non la sospiri la nostra casetta 
-Vissi d'arte


-Un bel dì vedremo (da "Madama Butterfly" - 1904)


-Senza mamma (da "Suor Angelica" - 1918)


-O mio babbino caro (da "Gianni Schicchi" - 1918)
(da "Turandot" - 1924)
-Signore, ascolta!
-Tu che di gel sei cint
a